Biografia

MARCO CALLIARI Nato da genitori italiani, non è con la canzone napoletana che ha incominciato a cinguettare quest’uccellino raro, dai gusti e talenti musicali dei più eclettici. Nel 1989, a 14 anni, sceglie piuttosto l’heavy métal! Fonda allora con altri accoliti il gruppo Anonymus, una formazione musicale tra le più interessanti del genere in Québec.

Nel 2004, Marco Calliari si tuffa in una nuova avventura con un pugno di complici dell’ultima ora che, con percussioni, ottoni, e altri singolari strumenti, creano con lui i colori e le eclatanti atmosfere della sua musica. È François Lalonde (Jean Leloup, Lhasa de Sela, Dobacaracol, Mara Tremblay) che firma la realizzazione de Che la vita… Un album che fa festa ai confini della musica del mondo, del jazz e della canzone d’autore. Marco scrive le musiche e i testi interamente in italiano. Dalla sua apparizione, nel 2004, più di 25 000 copie di Che la vita, sono state vendute in un mercato tipicamente francofono.

Dopo questo successo le cose prendono un ritmo frenetico. Nell’estate 2006, Marco Calliari divide la scena con il mitico gruppo americano Calexico al Festival d’estate del Québec e conquista la folla nel gran palcoscenico delle Francofolies di Montreal. In luglio parte per l’Europa per una tournee di nove spettacoli in Italia, seguita da altri concerti in Belgio, Francia e Svizzera. Sempre nel 2006 Marco registra il suo secondo album, Mia Dolce Vita, dove interpreta nel suo stile particolare i grandi successi della canzone tradizionale italiana come O Sole Mio, Bella Ciao e Tu vuò fa L’Americano. Quest’album, apparso nel novembre 2006 ha conosciuto un gran successo con più di 45 000 copie vendute solo in Canada. Intanto, il DJ quebecchese MC Mario lancia il suo remix di “L’Americano”, nell’interpretazione di Marco Calliari (Mia Dolce Vita), successo dell’estate 2010 nelle radio e in discoteca, e che ha suscitato un vivo interesse internazionale in Gran Bretagna e in Germania. Il remix del clip conta ad oggi più di 1 500 000 visualizzazioni su YouTube!

Andando in Europa diverse volte all’anno (in Italia, Francia, Svizzera e Belgio), USA e Canada, Marco Calliari trova l’ispirazione per il suo terzo album. Nel febbraio 2009, a Cap D’espoir in Gaspésie, nella casa del vecchio guardiano del faro, Marco si dedica alla scrittura e alla composizione dei nuovi pezzi. L’album, intitolato “Al Faro Est”, 2010.

Per ciascuno dei suoi 3 pezzi, Marco Calliari figurava tra i candidati al Gala de l’ADISQ, nel 2005, 2007 e nel 2011, nella categoria “Album dell’anno – Musiche del mondo “. Nel 2012, Marco ha ricevuto un’altra nomination quest’anno nella categoria
 »Artista quebecchese dell’anno – Interpretazione in altre lingue ».

Marco ha partecipato ben due volte alla manifestazione molto popolare delle Festività per il 400e anniversario di fondazione della città di Québec, nell’ambito dello spettacolo Rencontres, diffuso attraverso il mondo. Una raccolta DVD / CD delle festività è attualmente in vendita in Quebec. È stato inoltre invitato come artista ospite all’apertura delle Francofolies de Montréal nel 2008. Lo spettacolo è stato trasmesso sulle onde di TV5 monde! L’estate quebecchese del 2011 è stata come sempre ricca di avvenimenti importanti, in particolare, il rinomato Festival Internazionale del Jazz di Montreal e il frequentatissimo Festival d’été de Quebec, nei quali Marco ha saputo radunare e far ballare più di 70.000 persone con delle performance infiammate.

Nel 2011, presentando il suo spettacolo a New York, ha fatto un’ottima impressione ai talent scout dell’APAP, uno dei convegni più importanti al mondo nel settore delle arti. Questa performance gli ha dato la possibilità di esibirsi a Madison (World Music Festival), Milwaukee (Global Union) e Chicago (WMF). Marco è inoltre salito sul palco del Folk Festival di Winnipeg e Regina (ai quali pensa di ritornare nel 2012): anche lì, ancora una volta, gli spettatori, gli organizzatori e i PR sono rimasti colpiti dal fascino della sua energia.

Ciò continua nel 2013 nei festival di Fallon (Nevada) e Lafayette (Louisiana) negli Stati Uniti e, nelle Montagne Rocciose canadesi, a Hinton.

Il nuovo album di Marco, MI RICORDO, uscirà a settembre 2013 « MI RICORDO » è la traduzione del motto del Quebec « Je me souviens ». Marco ricorda di essere figlio di immigrati italiani, di avere una doppia identità culturale quebecchese e italiana e di abbracciare queste due culture con entusiasmo contagioso. Il tutto con il solito spirito festante che è il contrassegno di Marco Calliari. L’artista ha saputo appropriarsi delle più belle canzoni del Quebec, che per l’occasione canta… in italiano! Come per esempio  Ayoye (Offenbach) Julie (Les Colocs) Lindberg (Robert Charlebois) e tante altre sorprese di Paul Piché, La Bolduc, Richard Desjardins, Diane Dufresne. Per «Lindberg», Louise Forestier s’è affiancata a Marco per creare una versione bilingue franco-italiana. Anche dopo più di 200 spettacoli attraverso il mondo, quello di « Mi Ricordo » messo in scena da Michel Faubert, conosce ancora un vivo successo.

Nel 2016, Marco si tuffa in un progetto che porterà il suo pubblico a conoscerlo sotto un angolo diverso. Tutti conosciamo Marco per la sua capacità a far partecipare il suo pubblico, portandolo a danzare e farlo partecipe nei suoi spettacoli. Questa volta lo farà partecipare in dolcezza e lo commuoverà. Il suo nuovo progetto « One Night », consiste principalmente in ballate che mostrano l’autenticità e intensità di Marco. Nello scorso marzo, accompagnato da 7 musicisti pieni di talento, al « Club Dix30 », a Brossard, registra in CD/DVD il suo spettacolo, di cui farà il lancio il prossimo autunno. Pieno d’emozione, quest’ultimo album, include grandi classici italiani, successi dei suoi precedenti album e delle nuove canzoni in francese, lasciando presagire un nuovo progetto francofono…

Attivo sulla sulla scena, ma ugualmente implicato nella comunità, Marco è porta-parola per numerosi eventi e per organismi come ad esempio « la semaine italienne de Montréal », il concorso MusicQualité, lo sponsorship civico ed uno degli ambasciatori del 10.mo anniversario delle diversità artistiche a Montréal. Fa anche parte al Téléradiothon de la « Ressource du Bas-Saint-Laurent » – Gaspésie – ïle-de-la-Madeleine come artista e animatorenel 2015-2016.

In più Marco assicura l’animazione, e lo fa in francese, inglese e italiano di un programma quotidiano alla radio CFMB 1280 am, la radio italiana di Montreal, che la si ascolta attraverso il Quebec.